Trasporto degli animali malati con Halcyonair

La settimana scorsa e’ stato firmato il primo protocollo di partenariato tra l’associazione SI MA BO e una grande impresa capoverdiana, la compagnia aerea Halcyonair, che gestisce i voli tra le maggiori isole dell’arcipelago. L’evento segna un punto di svolta nella vita di SI MA BO, che ha trovato un’apertura nei confronti dei diritti degli animali fino a poco tempo fa considerata un’utopia in questo Paese, già impegnato nella risoluzione di molti altri problemi economici e sociali.

Grazie al partenariato, gli animali che necessitano di cure particolari, come ad esempio della chemioterapia contro il tumore di Sticker, potranno ora essere mandati per via aerea nella capitale, Praia, per le necessarie cure, gratuitamente fino a un peso di 10 kg e a una tariffa speciale di soli 30 centesimi al chilo se di peso superiore. La compagnia aerea ha inoltre concesso uno sconto, secondo disponibilità, anche ai veterinari volontari che verranno ad aiutarci per le campagne di sterilizzazione.

Il tumore di Sticker è un tipo di tumore praticamente scomparso in Italia, mentre a Capo Verde è ancora molto diffuso e non solo tra i randagi. Si trasmette sessualmente e attraverso il sangue, l’urina, la saliva, ecc. quindi può infettare anche i cani non randagi che escono per strada.

La foto in alto a sinistra è di una cagnetta malata di questo tumore, che sta per partire per Praia:  è già tornata guarita e sta bene e finalmente la persona che le dava da mangiare per strada si è decisa a tenerla dentro in casa a dormire la notte.

Gli animali inviati nella capitale vengono curati gratuitamente presso il centro dell’associazione BONS AMIGOS, attivo da otto anni grazie a un progetto finanziato da animalisti austriaci. Approfittiamo di questa occasione per ringraziare sentitamente anche le persone che lavorano instancabilmente in questo centro di Praia, anche loro senza veterinari, animati e guidati solo dal grande amore per gli animali.

A destra Silvia, fondatrice di Si Ma Bo, assieme alla responsabile del centro di Praia, Dona Cesaltina. Sotto la foto di un volontario del centro di Praia.

Annunci

10 Responses to “Trasporto degli animali malati con Halcyonair”


  1. 1 palmabrighi@libero.it gennaio 26, 2011 alle 12:13 am

    nessun orario per i voli per le isole……perche’ parla solo di trasporto di animali ? io ho comprato i biglietti per noi persone….mica siamo animali…. devo confermare i voli di domenica per boa vista……ma non trovo nessun recapito. come fare. rispondetemi con una e. mail x sabato parto dall’italia.

    • 2 simabo gennaio 26, 2011 alle 7:38 am

      gentile visitatore, forse sei capitato sul nostro sito per sbaglio, e ce ne rallegriamo! Noi non siamo il sito dell’Halcyonair, ma il sito di SIMABO, associazione per la protezione degli animali di Sao Vicente. Forse sei arrivato a noi perché Halcyonair è nostro partner, cioè ci concede il trasporto gratuito degli animali malati tra le isole per potersene prendere cura dove in quel momento c’è un veterinario. Ma non disperare: SIMABO ha anche un servizio turistico di info e prenotazioni che serve appunto a finanziare la sua attività. Mi dici dove hai acquistato il biglietti, perché lì avrebbero dovuto anche darti i recapiti per eventuali comunicazioni e/o conferme. Infine mi permetto di ricordarti che in realtà siamo ANIMAli anche noi… ed è la nostra fortuna, perché è grazie a questo che, a differenza dei minerali e delle piante, abbiamo appunto un’ANIMA, anche se spesso non siamo capaci a usarla… Grazie per aver scritto e presto con le info sui voli!

  2. 3 gabbo luglio 25, 2011 alle 8:35 pm

    Spettabile associazione SIMABO, sono un animalista e vostro accanito sostenitore; con questo messaggio vorrei chiedervi una cosa che io ritengo importante. Nell’agosto 2009 sono stato a Boavista al villaggio Riu Karamboa; ho visitato tutta l’isola e ho notato il numero impressionante di cani randagi presenti sull’isola. Al villaggio c’erano 2 cani randagi, ai quali mi ero molto affezionato, che campavano grazie alle attenzioni dei turisti, che davano loro cibo e coccole tutti i giorni C’è la possibilità, visto lo straordinario e meraviglioso lavoro che state facendo sull’isola, di sapere se questi due cani stanno bene? (Chiaramente vi mando 2 foto, per vedere se sono stati curati o salvati dai vs. volontari).

    Ringraziandovi vi saluto cordialmente.

    Grazie di esistere.

    • 4 simabo luglio 25, 2011 alle 10:52 pm

      Ciao Gabbo, credo che tu mi abbia già scritto qualche tempo fa, ma forse no… Mi spiace non poterti aiutare, ma noi non siamo a Boavista, noi siamo a Sao VIcente, non abbiamo nessun contatto a Boavista. So che anche lì ci sono delle persone che stanno cercando di fare qualcosa per i randagi, e il giorno in cui avremo i mezzi magari potremmo fare qualcosa anche noi su altre isole, ma per il momento è già tanto che riusciamo a sopravvivere qui… Grazie per aver scritto e per il sostegno! Vieni a trovarci!

  3. 7 gabbo luglio 31, 2011 alle 3:05 pm

    Grazie infinite per le informazioni!
    Vi farò sapere senz’altro.

    A presto.

  4. 8 gabbo settembre 15, 2011 alle 6:01 pm

    Cari amici di SIMABO, ho provato a contattare Sonia Stacchezzini, la quale però mi ha detto che non può aiutarmi perchè lei si occupa soprattutto di bambini e della sterlizzazione di cagne femmine nell’isola; quindi non so più come fare per sapere se i miei randagi stanno bene. Ho provato a contattare anche alcune persone che sono state in vacanza recentemente nel villaggio Riu Karamboa ma non ho avuto risposta.
    Voi potete aiutarmi in qualche modo? Magari se vi invio delle foto dei cani…
    Mi interessa solo sapere che stiano bene. Potete avere altri contatti nell’isola di Boavista?

    Grazie ancora per la vs. disponibilità e per quello che fate.

    • 9 simabo settembre 16, 2011 alle 12:09 pm

      Ciao Gabbo, sì mandami senz’altro le foto, le manderò ai miei contatti a Boavista e vediamo cosa possiamo fare. Ma non ti assicuro niente perché anche a Boavista vanno di stricnina quando il numero dei randagi aumenta troppo per i loro gusti…

      • 10 gabbo settembre 22, 2011 alle 7:32 am

        Cavolo, non pensavo che sterminassero i randagi! Pensavo che fosse una popolazione un po’ più civilizzata!
        A quale indirizzo te le mando?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: