Ambasciata di Capo Verde a Roma concede visti gratuiti ai nostri volontari

 

Un altro grande successo ottenuto in questi primi mesi dell’anno è stata la concessione, da parte dell’Ambasciata di Capo Verde a Roma, della gratuità per i visti dei nostri volontari.

Le dott.sse Sabatini e Brignola mentre mostrano orgogliose i “visti di cortesia” concessi dall’ambasciata di Capo Verde a Roma ai volontari di SIMABÔ.

Per questo ringraziamo in particolare la consigliera Maria Goretti Santos Lima, capo della Sezione Consolare, che si è occupata personalmente della nostra richiesta, riconoscendo l’importanza del servizio che prestiamo alla popolazione di Sao Vicente.

La dott.ssa Raineri mentre visita i cuccioli dei bambini di Salamança, un paese di pescatori a 10 km da Mindelo, dove il Ministero della Salute ha richiesto il nostro intervento per contenere la proliferazione dei randagi.

In effetti l’ambulatorio viene ormai frequentato regolarmente da decine di persone indigenti che ci chiedono di curare i loro animali non avendo le possibilità economiche per portarli dall’unico veterinario a pagamento. Il nostro servizio consente quindi anche a questa fascia della popolazione di potersi “permettere” un animale sano. Questo è molto importante soprattutto per la salute dei bambini, che sono spesso a stretto contatto con gli animali e quindi facilmente soggetti a contagio in presenza di parassitosi interne (vari tipi di vermi intestinali, tra cui la pericolosissima tenia, o verme solitario) e esterne (pulci, zecche, pidocchi, acari) e malattie infettive fungine (micosi).  

Una mamma e un bambino con il loro cagnolino in attesa del loro turno davanti all'ambulatorio dell'associazione.

Il trattamento antiparassitario viene somministrato gratuitamente a chiunque faccia visitare il proprio animale. L’unico contributo richiesto, perché imposto per legge al fine di poter esercitare l’attività di ambulatorio veterinario senza licenza, è il pagamento della tessera associativa, che ha un costo di 1 euro al mese, pari a poco più di un chilo di riso. A tutti i soci viene fornito inoltre a prezzo di costo un detergente a base di amitraz per la pulizia dei locali in cui vivono gli animali infestati.

La dott.ssa Valeria Barbieri con un paziente micotico durante l'orario di visita.

Le prime veterinarie che hanno usufruito dei visti gratuiti sono state Stephanie Tailhardat di Parma e Valeria Barbieri di Milano, raggiunte pochi giorni dopo da Mimosa Sabatini di Roma e Ornella Brignola di Latina, che si trovano tuttora sul posto e continueranno il lavoro di profilassi antiparassitaria e sterilizzazione coordinato e diretto dalla dott.ssa Raineri, responsabile del progetto. In assenza di mezzi diagnostici sull’isola, raschiati, prelievi e biopsie raccolti per la messa  a punto dei protocolli terapeutici vengono analizzati e refertati nel laboratorio dell’Istituto di parassitologia della facoltà di medicina veterinaria dell’Università di Torino, nell’ambito di un progetto di studio sulla trasmissibilità delle parassitosi tra gli animali e l’uomo diretto dal Prof. Luca Rossi, che sentitamente ringraziamo.  

La dott.ssa Raineri durante le visite a Salamança, un paese di pescatori con una presenza elevatissima di bambini per i quali spesso gli unici giocattoli sono i cuccioli di animali.

 

Annunci

0 Responses to “Ambasciata di Capo Verde a Roma concede visti gratuiti ai nostri volontari”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: