Storie di bambini e di animali

Bambini del Nho Djunga insieme all'educatore che li ha accompagnati a scegliere due cagnolini.

Questa settimana è successa una cosa speciale: il nostro rifugio è stato visitato da un educatore dell’Istituto Nho Djunga, il più grande centro per adolescenti a rischio del distretto di Barlavento, che ha accompagnato alcuni bambini ospiti a scegliere due cagnolini per portare affetto e allegria nel loro grande cortile. Hanno scelto Criola e Neve.
 

Alcuni degli ospiti del rifugio ormai guariti e in attesa di adozione. In primo piano Boxer, che ha perso una zampa posteriore in un incidente stradale e ci ha messo un po' di tempo a coonvincersi che era ora di tornare a casa sua. Carla, la bianca e nera sorella di Oi Pret e di Coelho, figlie della mitica Nakuka; Pina, la cagnina più lamentosa del mondo, con la sua zampina anchilosata, anche lei vittima della strada a pochi mesi di vita. Addosso a lei Cenoura (Carota), arrivata al rifugio piccolissima e inadottabile perché troppo affezionata alle sue compagne, scappa da tutti i nuovi padroni. In fondo Didì, raccolto dai cassonetti con il fratello, già adottato parecchie volte ma poi sempre tornato da solo al rifugio, dove lo aspettano ogni giorno il favoloso riso con il pesce di dona Nanda, acqua fresca in abbondanza nonché le visite di amici, veterinari e volontari. Dove potrebbe stare meglio?!?

 
Criola ci era stata portata piccolissima da una ragazzina perché aveva preso la rogna e sua nonna non la voleva più in casa, ma lei non voleva abbandonarla per strada come fanno tutti qui. Le abbiamo spiegato che poteva venire a riprenderla quando fosse guarita, ma non è mai tornata. Così Criola è cresciuta con noi. Neve l’ho trovata un bel giorno legata in fondo alla scala d’ingresso di casa mia. Era in buone condizioni e nessuno sa perché l’abbiano abbandonata. Ed essendo veramente una bellissima cagnina, non ha dovuto attendere a lungo un nuovo padrone.

Neve appena arrivata ispeziona accuratamente il grande cortile del Nho Djunga.

Il Nho Djunga è un’istitutuzione molto ben conosciuta a SaoVicente e in tutto Capo Verde. Il suo nome deriva da quello del signor Nho Djunga, che già molto prima dell’indipendenza (1975) si prendeva cura dei bambini abbandonati, accogliendoli nella propria casa e offrendogli un’istruzione.

L'edificio che ospita l'Istituto per minori Nho Djunga, ora partner di SI MA BÔ.

L’Istituto ospita oggi 190 bambini e ragazzi a rischio nel centro diurno e 40 in convitto, offrendo loro una casa, un’istruzione e una formazione professionale (corsi di un anno per aiuto falegname, fabbro e elettricista).  Alcuni ospiti continuano poi la propria formazione professionale fuori dall’istituto, ma la maggior parte di loro desiderano diventare indipendenti e trovarsi al più presto un lavoro per poter vivere finalmente in modo dignitoso, dopo tante difficoltà. Ottenenere e conservare un posto al Njo Djunga non è da tutti e vi riescono solo i ragazzi che, nonostante la giovane età, decidono consapevolmente di prendere in mano la propria vita e di sfruttare l’occasione che gli è data per trarne profitto. Quindi quando escono hanno una buona preparazione e il mercato li assorbe facilmente. Alla sera le aule del Nho Djunga vengono utilizzate per corsi serali  per adulti. Alcune fotografie sono visibili alla pagina http://www.bela-vista.net/Promocao-Social/Youth.htm. 

 

Uno degli ospiti è andato a recuperare Criola per fare la foto di gruppo.

Al pian terreno dell’edificio Nho Djunga opera una ONG locale, con una scuola materna che accoglie bambini di famiglie disagiate al fine di prevenire forme di esclusione sociale. La maggior parte dei piccoli ospiti proviene da famiglie con genitori tossicodipendenti o con problemi di alcolismo, o affetti da disturbi mentali e comportamentali che non sono in grado di prendersi cura di loro adeguatamente.  

Foto di gruppo dei bambini del Nho Djunga con Neve e Criola, le due cagnoline adottate da SI MA BÔ

Al ritorno “a casa” con le cagnoline, i bambini sono stati accompagnati dalla nostra guardia zoofila che ha fatto una bella foto di gruppo. Auguriamo agli ospiti di Nho Djunga e alle nostre cagnoline giorni e giochi felici. 

Annunci

0 Responses to “Storie di bambini e di animali”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: