Facciamo il punto!

Bambine di San Pedro con i loro amici pelosi durante l’ultima missione della dott.ssa Raineri nell’aprile scorso. L’affluenza soprattutto dei bambini durante le nostre visite è sempre molto elevata perché l'arrivo del veterinario rappresenta comunque un diversivo nella sonnolente vita quotiana del villaggio.

Pubblichiamo di seguito il resoconto della terza missione a Sao Vicente della Dott.ssa Raineri, direttore sanitario di SI MA BÔ

 Siamo ormai al terzo anno di attività nell’isola di Sao Vicente a Capo Verde. Continuano le attività di sensibilizzazione, prevenzione e sterilizzazione sui cani e i gatti dell’isola.

SI MA BÔ si occupa di animali randagi e di cani e gatti con proprietari indigenti in accordo con il Ministero della Salute ed il Comune di Sao Vicente (l’unico dell’isola, la cui strada più lunga misura 17 km), eseguendo gratuitamente campagne di sterilizzazione e di profilassi nei confronti di endo ed ectoparassiti.

Uno dei tanti bambini di San Pedro che hanno portato il loro cane a prendere l'antiparassitario. I parassiti interni ed esterni sono non solo una grande sofferenza per l’animale infestato ma anche un pericolo per le persone che vi vivono a contatto, poiché trasmettono parecchie malattie, talvolta anche gravi, come la tenia o le malattie sistemiche trasmesse dalle zecche.

Purtroppo, a volte, si incontrano alcune difficoltà con i veterinari locali che, malgrado i tentativi di coinvolgimento e le  proposte di collaborazione, vedono nei veterinari volontari di SI MA BÔ dei concorrenti, piuttosto che un aiuto nella soluzione delle problematiche legate al territorio. Per questo si è sempre cercato di coinvolgere i colleghi locali e di collaborare con loro evitando, ad esempio, di eseguire vaccinazioni e altre prestazioni effettuabili a pagamento.

La dottoressa Raineri con Riskinha, sterilizzata nell'ottobre scorso dalla dott.ssa Santinelli, e la sua padrona. Sullo sfondo la bellissima spiaggia di San Pedro, dove purtroppo vengono continuamente abbandonati molti cani indesiderati dalle persone che abitano in città (a circa 6 km). Quindi la spiaggia è spesso invasa da cani più o meno randagi, che naturalmente costituiscono anche motivo di malcontento per l'unica struttura turistica della zona, che è anche il principale albergo dell'isola. Fortunatamente, a differenza che a Sal, dove gli alberghi ordinano gli avvelenamenti per disfarsi degli animali che vivono in piaggia, il sig. Rego, direttore del Foya Branca, che sentitamente ringraziamo, ha messo a disposizione la navetta dell'hotel per il trasferimento dei veterinari per le campagna di sterilizzazione e di profilassi antiparassitaria.

SIMABÔ garantisce tuttavia la reperibilità per le urgenze anche nelle ore notturne e nei giorni festivi (fino ad ora non prevista a Cabo Verde, dove non esistono nemmeno la guardia medica nottura e l’ambulanza per gli umani) il ricovero degli animali malati e il trattamento oncologico contro il tumore di Sticker, tutti servizi che hanno contribuito in maniera sostanziale al successo di SI MA BÔ non solo come luogo di cura per gli animali ma soprattutto come dimostrazione attiva ed esemplare del dovere etico di offrire anche agli animali, come alle persone, cure e assistenza adeguate in un ambiente in cui vengono circondati di affetto e attenzioni, nel rispetto delle loro esigenze.

Tigre, sul tavolo dell’ambulatorio di SI MA BO, presenta i guinzagli e le museruole gentilmente donati dalla guinzaglieria L.a.c. snc - via Val Pellice 69 - San Secondo di Pinerolo (fabbrica e vendita al dettaglio), che sentitamente ringraziamo.

Dall’inizio dell’anno è in uso una nuova sede, un vecchio magazzino di proprietà di un’ impresa informatica locale (Fonseca & Santos, che sentitamente ringraziamo) destinato ad essere raso al suolo e che è stato dato in uso gratuitamente a SIMABO per almeno 2 anni.

Da agosto 2010 si sta lavorando per costruire, con i pochi mezzi a disposizione, il tetto e i box per i  cani e adibire un locale ad ambulatorio e sala chirurgica, che attualmente si trova ancora presso la vecchia sede, dove sono anche ricoverati gli animali malati.

Nanda e Ailton, mentre preparano un cane per la sterilizzazione durante la missione della dott.ssa Raineri, che ha eseguito circa 35 inteventi in 6 giorni, concentrati nelle poche ore lasciate libere dalle missioni diplomatiche, gli incontri politici e le uscite fuori porta. Il personale locale è entusiasta di lavorare con noi perché può impararare tante cose, su un'isola in cui le possibilità di formazione professionale sono molto scarse e poi perché curare un animale, vederlo recuperare dopo una malattia o un incidente grave, dà un'immensa soddisfazione.

Il Ministero della Salute ed il Comune hanno confermato  il loro appoggio e la necessità di continuare con questa attività a vantaggio di tutta la comunità. Hanno promesso che, entro 15 giorni capoverdiani (quindi alcuni mesi), si otterrà la firma del protocollo di partenariato e l’approvazione del progetto per l’anagrafe canina  con censimento. Inoltre hanno promesso, cosa molto importante, che sospenderanno definitivamente le campagne  di abbattimento di cani e gatti con la stricnina.

A quel punto si potrà quindi continuare con le campagne di sterilizzazione in modo più incisivo.

Non è detto che tutto ciò verrà attuato in tempi brevi, ma se almeno la metà di queste  promesse fosse mantenuta, sarebbe un ottimo risultato.

Consegna del protocollo di patenariato per le ricerche nel campo della leishmaniosi tra l’Università di Camerino e SIMABO al delegato del Ministero della Salute, dottor Manuel Aguiar, che ci appoggia autorizzando l'acquisto all'ingrosso dei farmaci per uso umano. La fotografia è stata scattata durante uno dei numerosi incontri che i responsabili dell'associazione e i veterinanari volontari hanno avuto con le autorità locali in questi tre anni. Speriamo che portino presto gli agognati frutti!

 Per quanto riguarda la possibilità di recarsi in loco, ci sono novità  per i  laureandi e i neolaureati: poiché  per collaborare con SI MA BÔ a Cabo Verde non è necessario l’esame di stato, si può prestare l’opera di  volontariato senza avere ancora conseguito l’abilitazione dopo avere seguito uno stage gratuito presso il Centro Veterinario Monviso di Pinerolo e avere ottenuto una  valutazione di idoneità. 

Per gli studenti della Facoltà di Medicina Veterinaria di Torino si ricorda che il progetto SI MA BÔ è abilitato anche come tirocinio esterno e che i professori Luca Rossi e Paolo Tizzani sono partner attivi di SI MA BÔ e possono essere contattati da chiunque, anche laureandi, interessati a partecipare al progetto. In particolare siamo alla ricerca di laureandi interessati a svolgere la tesi sul censimento dei canidi a Sao Vicente e disponibili ad accompagnare e assistere il prof. Tizzani durante la missione che si terrà quest’anno in data ancora da stabilire. 

Gli studenti della Facoltà di Medicina Veterinaria di Camerino interessati al progetto possono fare riferimento al prof. Giacomo Rossi.

Ai chirurghi ricordo che le missioni veterinarie presso il centro di SI MA BÔ prevedono giornalmente circa 7 interventi chirurgici e 10-20 visite.

Alcuni dei tanti bambini che si sono accalcati nell'aula di ripetizione della polisportiva di Salamança per far controllare i loro fedeli amici. Durante la visita sono stati somministrati gratuitamente antiparassitari e un prodotto per la disinfestazione dalle zecche, il parassita di gran lunga più infestante a Capo Verde.Questa volta l'affluenza a Salamança è stata ancora maggiore del solito perché la dottoressa, approssimandosi la Pasqua, aveva portato degli ovetti di cioccolato... Il risultato: 58 animali trattati in un pomeriggio!

Durante la mia visita ho inoltre eseguito due missioni  di profilassi a San Pedro e a Salamança e ho partecipato a una riunione con il Delegato del Ministero della Salute, una riunione con l’assessore competente in Comune, ed eseguito un sopralluogo alla nuova sede con l’ingegnere per il tetto.

A Salamança le visite si sono svolte in una stanza della polisportiva adibita ad aula di ripetizione da Jacqueline, la ragazza in piedi nella foto, che svolge questa attività a titolo volontario per i bambini che a casa spesso non hanno nemmeno un talvolo per appoggiare il quaderno. Quale miglior luogo per insegnare ad avere cura degli animali di un'aula durante l'ora di studio? Grazie Jacqueline!

Al ritorno, tanto orgoglio, soddisfazione e nostalgia, quella famosa sodade magistralmente cantata da Cesaria Evora di cui soffrono sempre tutti quando ritornano da Capo Verde.

Vorrei infine ringraziare tutti i colleghi e sostenitori che in questi anni ci hanno dimostrato la loro solidarietà e naturalmente l’AIVPA che, ospitando il nostro desk presso i convegni di Modena e di Torino, ha permesso di raccogliere i fondi per l’acquisto di un volo per un veterinario.

La dott.ssa Rossana Raineri, direttore sanitario di SI MA BO (a dx), con la dott.ssa Bestonso e il dott. Meregaglia, entrambi past president dell'AIVPA, e Lucia Vezzosi (segreteria organizzativa - Medicina Viva), durante il convegno di Modena, nel febbraio scorso. Si tratta per noi di grandi occasioni per diffondere il progetto e farlo conoscere ai potenziali volontari, nonché per raccogliere fondi per le le sterilizzazioni e i voli dei veterinari.

Ciao a tutti

Rossana Raineri

Annunci

0 Responses to “Facciamo il punto!”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: