Grande svolta nella storia di SI MA BÔ

Arrivo a Sao Vicente della prima missione veterinaria finanziata da Lamento Rumeno, a luglio 2009. Da sx a dx: Paolo Manzoni, presidente di SIMABO Onlus, Claudia Icleanu, assistente di sala operatoria, Silvia Punzo, presidente di SIMABO Capo Verde e Aurelian Stefan, medico veterinario.

È con grande gioia che vi comunico una delle più sensazionali notizie della breve ma davvero miracolosa storia della nostra associazione: la firma dell’accordo di partenariato tra SI MA BÔ e Lamento Rumeno Onlus (www.lamentorumeno.org), l’associazione fondata e guidata con grande dedizione da Laura Pontini, che fin dall’inizio ci segue e ci sostiene con donazioni e partecipazione. 

Il veterinario rumeno Aurelian Stefan mentre apre il prezioso scatolone contenente tutto l’occorrente per le sterilizzazioni non reperibile sul posto (essenzialmente anestetici e fili da sutura), nonché una buona fornitura di antiparassitari, che sono i farmaci più usati sull’isola.

L’accordo di partenariato, che giunge in un momento molto delicato delle negoziazioni di SIMABÔ con le autorità locali responsabili delle campagne di abbattimento dei randagi, prevede la partecipazione alle spese di gestione dell’ambulatorio-rifugio per i prossimi tre anni a fronte dell’impegno di SI MA BÔ di impiegare tutti i propri mezzi finanziari per avanzare nell’azione di sterilizzazione. Nello scorso mese di novembre SI MA BÔ ha infatti strappato al Municipio di São Vicente la promessa di interrompere gli abbattimenti con bocconi alla stricnina almeno fino a questo mese di agosto. Ciò rappresenta di per sé un grande passo avanti nelle negoziazioni, ma è evidente che la promessa potrà essere mantenuta e l’accordo rispettato solo nel momento in cui si procede a ritmo serrato con le sterilizzazioni, altrimenti il numero di randagi non potrà che aumentare vertiginosamente nei prossimi mesi, finendo col giustificare ancora una volta agli occhi dei responsabili dell’ordine e dell’igiene pubblica le ben note quanto inefficaci “misure di controllo”. 

Cucciolata sotto il sole di Riberinha, uno dei quartieri più poveri di Mindelo, dove il numero dei cani randagi è molto elevato e le campagne di abbattimento disposte dal Municipio molto frequenti.

 

In questi primi due mesi il contributo di Lamento Rumeno garantirà il rifacimento del tetto della nuova sede, già adibita a rifugio dal mese di gennaio scorso, e dove dovranno essere trasferiti al più presto anche l’ambulatorio e la sala operatoria.

Uno scorcio dei locali della nuova sede, un grande complesso in centro città con diversi edifici semidemoliti e due cortili, messo a disposizione gratuitamente dall'impresa informatica di Mindelo Fonseca&Santos, che sentitamente ringraziamo.

In futuro il contributo potrà parzialmente sollevare la sottoscritta e quanti con me hanno sopportato il peso economico di questa impresa assolutamente straordinaria e miracolosa, da un impegno troppo gravoso che non avrebbe potuto essere sostenuto ancora a lungo, con il rischio di veder andare in fumo il grande lavoro compiuto negli scorsi due anni (più di 600 animali sterilizzati e oltre 2000 curati) con il sostegno e l’aiuto di tanti donatori e volontari. E soprattutto viene scongiurato il pericolo di dover chiudere l’unico luogo in cui gli animali di São Vicente possono trovare aiuto e riparo.

Gatti ospiti del rifugio durante un pasto insieme ad alcuni cagnolini.

SI MA BÔ e in particolare Silvia Punzo, presidente di SIMABÔ Capo Verde, la dottoressa Raineri, direttore sanitario, Paolo Manzoni, presidente di SIMABÔ Onlus, e gli ospiti del rifugio ringraziano di cuore Lamento Rumeno Onlus e tutti i suoi donatori per questo importante gesto di solidarietà.

LeiciKleici ci è stata portata dalla sua stessa padrona, al centro nella foto, con una profonda ferita alla gola per essere rimasta legata troppo a lungo con una corda troppo stretta… Dopo essere stata ricoverata e curata per qualche settimana è stata restituita alla sua famiglia con molte raccomandazioni e ora viene regolarmente controllata dalla nostra guardia zoofila.

Annunci

0 Responses to “Grande svolta nella storia di SI MA BÔ”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: