Archivio per maggio 2013

Si Ma Bô… e poi?

30 giugno 2013: è la data ultima entro cui l’associazione dovrà lasciare l’attuale sede, ricavata negli spazi dell’ex-officina MOVEC, resa disponibile gratuitamente per tre anni dalla società di servizi informatici Fonseca & Santos, che sentitamente ringraziamo.
Cosa succederà dal 1° luglio in avanti è a tutt’oggi un’incognita.
Non sono serviti gli appelli all’amministrazione locale per la concessione di nuovi spazi gratuiti o a prezzi agevolati, non è stato sufficiente il riconoscimento delle attività di Si Ma Bô da parte dell’Unione Europea, non sono bastati nemmeno gli sforzi dei nostri donatori e sostenitori né le fatiche dei tanti, instancabili volontari che ci hanno supportato in quest’avventura.

Anni di fatica per debellare parassiti e virus, attrezzature sfruttate all’inverosimile, medicinali utilizzati fino all’ultima goccia, tutti gli sforzi fatti fino ad ora con l’unico obiettivo di salvare i nostri amici animali rischiano di essere gettati al vento.

Si Ma Bô visita i pazienti una settimana dopo le castrazioni per la somministrazione dell'antibiotico. Dal momento che i padroni non sono ancora sensibilizzati sul portare l'animale in sede, lo staff si reca in loco, anche nelle campagne, per somministrare la profilassi post operatoria.

Si Ma Bô visita i pazienti una settimana dopo le castrazioni per la somministrazione dell’antibiotico. Dal momento che i padroni non sono ancora sensibilizzati sul portare l’animale in sede, lo staff si reca in loco, anche nelle campagne, per somministrare la profilassi post operatoria.

Sì, questo è un appello. Una richiesta di aiuto a tutti coloro che amano i cani e i gatti, che pensano che si possa fare qualcosa di grande anche attraverso un piccolo gesto. Un richiamo a quelli che pensano che l’amore per gli animali possa migliorare anche il nostro mondo di esseri umani, a coloro che credono, come Si Ma Bô, nell’attività educativa rivolta ai bambini, i depositari del domani. Amare un animale, farlo star bene e in salute, è il primo passo per avere una società più civile, sana e consapevole e l’Africa, Capo Verde, Sao Vicente, ha bisogno di questo.

Una bambina porta il suo cane ai veterinari di Si Ma Bô per l'operazione di castrazione. Salute degli animali ed educazione dei più piccoli procedono di pari passo.

Una bambina porta il suo cane ai veterinari di Si Ma Bô per l’operazione di castrazione. Salute degli animali ed educazione dei più piccoli procedono di pari passo.

Se condividi anche tu i nostri sogni, aiutaci a trovare una nuova casa per i nostri cani e gatti!!!
Dona sul conto corrente IT23 S033 5901 6001 0000 0009 584 (SWIFT: BCITITMX500) intestato a SIMABO Onlus presso Banca Prossima – Milano.

Un bambino, il suo cane, l'altro che li osserva.  Obiettivo di Si Ma Bô è far crescere l'amore per gli animali, soprattutto tra le fasce della popolazione più giovani.

Un bambino, il suo cane, l’altro che li osserva.
Obiettivo di Si Ma Bô è far crescere l’amore per gli animali, soprattutto tra le fasce della popolazione più giovani.

Annunci

Al lavoro in garage!

Si Ma Bô è un ponte, tra gli esseri umani e i meravigliosi animali che abbiamo la fortuna d’incontrare lungo il nostro cammino. Ma i ponti che collegano sono tanti, bisogna solo avere la sorte di saperli scoprire e trovare la forza di percorrerli… E così Magda, vitale belga alta e bionda, ha incontrato nel suo percorso Calù, capoverdiano altrettanto alto e un po’ meno biondo. Il destino li ha fatti incontrare e uniti, riservando loro uno splendido angolo di vita a Chã de Marinha, dintorni di Mindelo. Magda e Calù condividono da anni non solo una casa, ma anche un profondo amore e rispetto per gli animali. Tanto che ormai il loro garage è un importante punto di riferimento, un ponte appunto, tra Si Ma Bô e la popolazione locale: è qui che periodicamente si svolgono le castrazioni dei quattro zampe residenti nel quartiere. Non solo, sempre nella loro preziosissima autorimessa, sono soliti ospitare per brevi periodi gli animali di strada che hanno bisogno di cure. Li accolgono, li portano presso la sede dell’associazione dove vengono sottoposti ai necessari trattamenti e poi li tengono in convalescenza lì con loro finchè non si sono ristabiliti completamente. Il tutto in modo del tutto volontario e in quasi completa autonomia.

L'ingresso del garage di Magda e Calù, nella loro casa a Chã de Marinha, in cui si sono svolte le consuete operazioni di castrazione di Si Ma Bô.

L’ingresso del garage di Magda e Calù, nella loro casa a Chã de Marinha, in cui si sono svolte le consuete operazioni di castrazione di Si Ma Bô.

Ieri Magda e Calù ci hanno aperto nuovamente le porte del loro garage con un misto di calorosa accoglienza tipicamente capoverdiana e di efficienza rigorosamente nordica. Guy e Ravì hanno allestito rapidamente la nuova sala operatoria e hanno iniziato ad accogliere i primi pazienti.

Lo staff di Si Ma Bô a lavoro nella sala operatoria allestita nel garage di Magda e Calù nella loro abitazione a Chã de Marinha.

Lo staff di Si Ma Bô a lavoro nella sala operatoria allestita nel garage di Magda e Calù nella loro abitazione a Chã de Marinha.

Per tutta la mattina il garage è stato scenario di un continuo viavai di cani, mamme, bambini e anziani, non solo i proprietari, ma anche i curiosi della borgata che venivano a sbirciare cosa stava succedendo.

L'attività dello staff di Si Ma Bô suscita sempre la curiosità della popolazione locale: padroni, cani e bambini.

L’attività dello staff di Si Ma Bô suscita sempre la curiosità della popolazione locale: padroni, cani e bambini.

Anche questa volta Calù si è rivelato un prezioso alleato. È andato a cercare “clienti” bussando di porta in porta tra i suoi vicini di casa, ha sparso la voce della presenza dei medici di Si Ma Bô e ci ha aiutato ricordando ai suoi amici l’importanza della cura del proprio cane in generale e soprattutto della castrazione (effettuata sempre rigorosamente in modo gratuito).

Il padrone di casa Calù accoglie lo staff di Si Ma Bô nel proprio garage per le consuete attività di sterilizzazione fuori sede.

Il padrone di casa Calù accoglie lo staff di Si Ma Bô nel proprio garage per le consuete attività di sterilizzazione fuori sede.

Magda, con la sua composta dolcezza, si è invece occupata del sostegno fisico dello staff: la sua colazione a base di biscotti e caffè fumante ci ha ritemprati e ha riempito l’aria facendoci sentire il profumo di casa. Anche una giornata dura, come è spesso quella delle castrazioni fuori sede, si è trasformata in una giornata festosa e ricca di amore.

Magda, la padrona di casa sulla sinistra, accoglie lo staff di Si Ma Bô nel proprio garage per le sterilizzazioni dei cani del suo quartiere.

Magda, la padrona di casa sulla sinistra, accoglie lo staff di Si Ma Bô nel proprio garage per le sterilizzazioni dei cani del suo quartiere.

Si Ma Bô on air!

Ieri pomeriggio Silvia Punzo, fondatrice di Si Ma Bô, è stata ospite negli studi di Radio Nova. La accoglie Alcindo Moreno, conduttore della trasmissione Momento Crioulo durante la quale Silvia tiene il suo intervento.

Lo studio di Radio Nova presso cui si è tenuto l'intervento di Silvia Punzo sulle attività di Si Ma Bô.

Lo studio di Radio Nova, popolare emittente capoverdiana, presso cui si è tenuto l’intervento di Silvia Punzo sulle attività di Si Ma Bô.

Dopo una breve introduzione di Moreno, Silvia parte con il suo intervento ed è una vera e propria bomba. Parla, anzi dialoga, con Alcindo, per una quarantina di minuti buoni. Non ha scaletta, va a braccio lei che ama e vive dal di dentro qualsiasi momento e attività dell’associazione. Innanzitutto spiega cosa è e cosa non è Si Ma Bô: è un centro di castrazione, sterilizzazione e deparassitazione, non un canile né un ricovero. Le persone possono rivolgersi a Si Ma Bô per la prevenzione delle nascite e nei casi di animali, prevalentemente cani e gatti, che presentano tanti parassiti da non poter più condurre una vita sana. Certo, le porte dell’associazione sono sempre aperte in caso di incidenti gravi, qui non si rifiuta mai di soccorrere un cane investito o un gatto caduto da qualche finestra. Gli ospiti curati dovrebbero essere quindi solo di passaggio, ma purtroppo la realtà è spesso diversa dall’immaginato: ad oggi sono presenti almeno una settantina di cani negli spazi dell’associazione, animali che altrimenti non saprebbero più dove andare perché i padroni non tornano più a riprenderli.

Silvia non ha bisogno di prepararsi perché è tutto dentro la sua testa e il suo cuore. Sa i problemi che ci sono all’associazione, sa quali sono i mali che affliggono i cani e i gatti dell’isola, conosce le incurie dei padroni. Affronta le difficoltà del relazionarsi con le istituzioni soprattutto locali, per la raccolta di fondi, per il riconoscimento della propria attività, per la difficoltà di trovare una nuova sede per i suoi ospiti.

Silvia Punzo sorride soddisfatta durante la sua intervista presso gli studi di Radio Nova, popolare emittente capoverdiana.

Silvia Punzo sorride soddisfatta durante la sua intervista presso gli studi di Radio Nova, nota stazione capoverdiana.

I 40 minuti di diretta volano letteralmente grazie alla buona intesa tra Silvia e Alcindo, che si mostra chiaramente interessato in prima persona all’argomento. Fuori onda ci comunica l’intenzione di voler adottare uno dei cani dell’associazione e si accorda con Silvia per passare l’indomani a incontrare il suo nuovo amico. Si sa che nella scelta di un cane, come avviene tra gli innamorati, il colpo di fulmine è la base della nuova avventura di vita insieme che si sta per affrontare. Silvia si raccomanda, come già ha fatto durante la diretta, di avvisare la moglie e di essere sicura che anche lei approvi la scelta. Spesso qui succede una cosa strana: i mariti o i figli decidono di adottare un animale perché lo trovano carino e tenero, ma una volta a casa non se ne prendono cura e lasciano tutto sulle spalle delle loro donne. Che si stancano però in fretta e quindi, soprattutto nel caso dei cani che sono da portare a spasso, finiscono col lasciare la porta di casa aperta, l’animale quindi scappa e corre quasi sempre il rischio di finire sotto una macchina. Così il problema è risolto. Ma non è il caso di Alcindo, la moglie verrà con lui il giorno dopo per portare a casa insieme il loro nuovo amico.

Alsindo Moreno, speaker della trasmissione Momento Crioulo su Radio Nova, durante l'intervista condotta a Silvia Punzo sulle attività di Si Ma Bô.

Alcindo Moreno, speaker della trasmissione Momento Crioulo su Radio Nova, durante l’intervista condotta a Silvia Punzo sulle attività di Si Ma Bô.

Giornata di castrazioni a Lameirão

Il furgoncino di Si Ma Bô è oggi partito alla volta di Lameirão, sobborgo di Mindelo, a un quarto d’ora di strada (rigorosamente per lo più sconnessa) dalla città.

Il furgoncino di Si Ma Bô arriva al centro comunitario di Lameirão per la consueta attività di sterilizzazione. Sono pochi i capoverdiani disposti a portare il proprio cane in città per farlo sterilizzare, quindi per raggiungere l'obiettivo sono i veterinari stessi di Si Ma Bô ad andare a operare nella campagne nei dintorni di Mindelo.

Il furgoncino di Si Ma Bô arriva al centro comunitario di Lameirão per la consueta attività di sterilizzazione. Sono pochi i capoverdiani disposti a portare il proprio cane in città per farlo sterilizzare, quindi per raggiungere l’obiettivo sono i veterinari stessi di Si Ma Bô ad andare a operare nella campagne nei dintorni di Mindelo.

Il programma prevede la castrazione di 10 cani. Purtroppo però in questi casi non è mai facile prevedere quanti padroni porteranno i loro amici a effettuare l’operazione. Nonostante gli sforzi organizzativi dell’associazione, uno dei principali problemi che si riscontrano in queste giornate di operazioni programmate, è l’assenteismo agli appuntamenti.

Immagine 043

“Pazienti in coda”, in attesa di essere operati. Nonostante la continua attività di sensibilizzazione sono ancora molte le persone che non si presentano il giorno fissato per gli interventi. La situazione per fortuna sta, seppur molto lentamente migliorando, e la partecipaziona da parte delle persone è comunque più attiva.

Si tratta prevalentemente di un problema culturale: molti padroni dicono di voler portare il proprio cane a far sterilizzare, ma poi non si presentano al momento dell’intervento. Nella maggior parte dei casi, il paziente Ravì (colonna portante dell’associazione nonostante i suoi giovani 23 anni) è così costretto ad andare a bussare alla porta dei proprietari per sollecitare la partecipazione, a volte con esito positivo, più spesso non trovando la persona interessata o ricevendo come risposta il sopraggiungere di impegni improvvisi. Nel frattempo l’operosa veterinaria Yvette prepara la strumentazione all’interno della sala del centro comunitario del paese, gentilmente messa a disposizione per l’occasione. Dei 10 cani “prenotati”, solo 6 si sono presentati, più un extra last minute, per un totale di 7 operazioni effettuate.

Il piccolo Billy ha solo 3 mesi: il suo padrone per fortuna ha deciso di faròo sterilizzare subito vista la presenza di Si Ma Bô vicino a casa. Un fuori programma molto gradito!

Il piccolo Billy ha solo 3 mesi: il suo padrone per fortuna ha deciso di farlo sterilizzare subito vista la presenza di Si Ma Bô vicino a casa. Un fuori programma molto gradito!

Una parentesi a parte la merita Beethoven: il suo padrone è stato bravo a portarlo alla giornata di sterilizzazione, purtroppo però non è stato possibile eseguire subito l’intervento a causa di un sospetto di epilessia.  Poco male, alla fine della giornata Beethoven è stato caricato sul furgoncino di Si Ma Bô per verificare in sede la sua condizione (alla fine i sospetti di epilessia erano infondati, spesso una forte parassitosi può causare spasmi muscolari che possono essere scambiati per epilessia;  la castrazione è stata quindi eseguita il giorno seguente).

Beethoven mentre viene visitato dalla nostra veterinaria prima dell'operazione. A causa id un sospetto di epilessia è stato portato in sede per ulteriori controlli.

Beethoven mentre viene visitato dalla nostra veterinaria prima dell’operazione. A causa di un sospetto di epilessia è stato portato in sede per ulteriori controlli.

La giornata a Lameirão srotola faticosamente tra un’operazione e l’altra: iniezioni da preparare, pinze da pulire, cani da tosare, moduli da compilare… ogni operazione prevede un iter preciso che deve essere svolto con la massima attenzione e rapidità. Immagine 061

Ravì e Yvette sono bravissimi, gentili, preparati, collaborativi, sorridenti e soprattutto veloci. In poco tempo la sala si riempie di persone arrivate per l’Evento (in conglomerati di case africane l’arrivo di qualsiasi persona esterna rappresenta una novità), non solo i proprietari, ma anche amici o parenti, anziani e bambini che passano per la sala ritrovo della comunità per vedere cosa succede.

Tutti assistono alla visita di Turquim: il padrone, i bimbi del villaggio, gli anziani. La presenza dei veterinari di Si Ma Bô è un evento per l'intera comunità.

Tutti assistono alla visita di Turquim: il padrone, i bimbi del villaggio, gli anziani. La presenza dei veterinari di Si Ma Bô è un evento per l’intera comunità.

È questa la sfida di Si Ma Bô: non effettuare unicamente le castrazioni, ma farsi conoscere, diventare un punto di riferimento per diffondere la cultura dell’animale. Le singole operazioni sono tanto importanti quanto l’opera di sensibilizzazione sulla popolazione. In un paese in cui manca la percezione di base del valore dei nostri amici animali, è essenziale farsi vedere, andare incontro a chi queste cose non le sa.

Bambini ch rientrano dalla scuola del villaggio e commentano con eccitazione la presenza del furgoncino di Si Ma Bô

Bambini ch rientrano dalla scuola del villaggio e commentano con eccitazione la presenza del furgoncino di Si Ma Bô

Far capire ai bambini l’importanza che ha il relazionarsi nel giusto modo con una animale (in questo caso si tratta di cani, ma il discorso può essere esteso a tutte le specie) e quanto ci si possa arricchire emotivamente da queste relazioni. Ancor di più se il proprio amico peloso sta bene ed è nel pieno delle proprie forze.

È importante che i bambini imparino a convivere con gli animali, a rispettarli e ad avere un rapporto corretto con loro.

È importante che i bambini imparino a convivere con gli animali, a rispettarli e ad avere un rapporto corretto con loro.


Annunci

Categorie