IL TRAMONTO A MINDELO

tramonto2

Ciao! Il mio nome e’ Daniela e vorrei raccontarvi in breve la mia esperienza come Veterinario volontario presso SIMABO.

Prima di tutto vorrei ringraziare Silvia, Paolo e la Dr.ssa Raineri per avermi dato la possibilita’ di realizzare questa indimenticabile avventura…che e’ iniziata il 26 di Marzo quando mi sono imbarcata da Roma per volare a Capo Verde. Sono arrivata all’ aeroporto di Mindelo dove Ravi’, l’autista di SIMABO, mi stava aspettando per portarmi a casa di Paolo e Silvia dove sono stata ospitata con estrema cura per tutta la mia permanenza a Mindelo.

Durante il tragitto in macchina la prima immagine che mi ha inebriata e’ stata quella della baia di Mindelo al crepuscolo (i giochi di colori sono a dir poco fantastici!)

tramonto1

Il giorno successivo Paolo mi ha accompagnato alla sede di SIMABO dove ho incontrato la famosa Nanda e tutti gli altri instancabili della “Banda SIMABO”…..e da li’ si e’ iniziato a lavorare tutti insieme! Premetto  che nonstante tutte le istruzioni , circolari e protocolli da seguire che avevo gia’ letto e riletto prima della partenza, l’unica mia vera preoccupazione era l’utilizzo della anestesia intravenosa di cui non avevo nessuna esperienza!! Come da standard Europei  sono infatti abituata all’uso della  anestesia gassosa  e di tante altre attrezzature  e mezzi diagnostici senza dei quali e’ molto difficile svolgere la nostra professione. Nonostante tutto, la mia prima giornata in chirurgia affiancata e guidata da Donna Nada fu davvero inaspettata.  Premedicazione, anestesia e risveglio degli animali operati erano soddifacenti. Ed ecco che giorno dopo giorno si va avanti a fare cio’ di cui c’e’ bisogno con ciò che si ha a disposizione e con orari di lavoro che variano in base alle necessita’ ed agli eventuali ostacoli che si incontrano.

dbsd

Da un punto di vista professionale si fa un’esperienza  a dir poco unica perche’ si vedono condizioni cliniche che difficilmente si incontrano in Europa come i tumori di sticker, l’erlichiosi cronica e gravi dermatosi parassitarie. Dall’altro lato della  medaglia pero’  ci si rende conto di quanto piu’  recettivi alle terapie siano i cani e gatti di che vivono in queste parti del mondo. Naturalmente non mancano le emergenze quali animali con gravi lesioni traumatiche in seguito ad incidenti stradali ed ancora avvelenamenti, tumori cutanei e non…insomma si vede un po’ di tutto anche se primariamente il veterinario volontario si dedica alle sterilizzazioni.

hchg

Si lavora di sicuro sotto stress  per la prima settimana o giu’ di li’ perche’ bisogna anche ambientarsi alla diversita’ di clima, cultura e soprattutto di lingua ( personlmente non conoscendo il portoghese, ho incontrato grosse difficolta’ nella comunicazione). Il tutto rende il lavoro molto piu’ difficile  e si arriva alla sera stanchi. Naturalmente l’ospitalita’ di Silvia e Paolo non e’ da sottovalutare: colazione, pranzo e cena sono sempre pronti per i volontari e vi assicuro che grazie a Lisette e Nidia assaporerete la buona e salutare cucina capoverdiana!

Qui termina la mia testimonianza come Veterinario volontario a SIMABO onlus Capo Verde. E’ stata una esperienza indimenticabile  che consiglio a tutti i veterinari italiani e non che vogliano prestare servizio come volontari in giro per il mondo.

Per i futuri veterinari volontari che volessero contattarmi per avere ulteriori informazioni, questo e’ il mio indirizzo email diacopinivet@googlemail.com

Grazie

Daniela Iacopini

This is the English translation:

SUNSET   IN   MINDELO

Hello! My name is Daniela and I would like to tell you briefly my experience as a volunteer at Vet for SIMABO ngo.
First of all I would like to thank Silvia, Paolo and the Chief Vet Dr. Raineri for giving me the chance to realize this unforgettable adventure … which started on March 26 when I embarked from Rome to fly to Cape Verde. I arrived at the airport in Mindelo where Ravi ‘ (the driver for SIMABOngo) was waiting for me to then take me to Paolo & Silvia’s house where I was hosted with extreme care throughout my stay in Mindelo.
During the car journey, the first image that I was intoxicated with was that of Mindelo’s Bay at dusk (what abreathtaking play of colour!!)

The next dayPaolotook me to thedog shelter where I metthe famousNanda (one of the local nurses working at the shelter)and all the othertireless people of the“SIMABO’s Gang” ….. and then we juststarted  workingtogether!

Despite all the instructions, circulars and protocols I was given before my departure (which I studied carefully in preparation of my volunteer placement), my only real concern was the use of intravenous anesthesia of which I had no experience! As per European standards I am in fact familiar with the use of gas anesthesia and many other equipment and diagnostic tools without it is very difficult to carry out our profession.

Nevertheless, the daily routine was great and we were sterilising 8-10 animal a day which was a mammoth effort by all involved. Premedication, anesthesia and awakening of the operated animals were satisfactory.

The local nurses were fantastic and got me up to speed with the ins and outs immediately. I gained so many useful skills and made friends with some amazing people and animals!!

From a professional point of view it is an amazing experience because you are presented with clinical conditions that are difficult to see in Europe, such as Sticker tumor, chronic erlichiosis and severe parasitic dermatoses. On the other side of the coin, however, I’ve realize how much more receptive to treatment are the dogs and cats who live in these parts of the world.

Moreover, there are often real emergencies such asanimalswith severetraumatic injuries (as a result ofroad traffic accidents or falls from heights)andevenpoisoning,skin cancerand so on… wellyou can see “abit of everything”  although the primary task of the volunteering Vet is Neutering.

You works for sure under stress for the first week or so and this because you need time to get used a newlanguage, newculture, different climate. Personally the language barrier was a little frustrating (I do recommend anyone planning to volunteer as a Vet there to take some basic Portuguese classes!!)

All this makes the work more “difficult” and you get tired in the evening. Of course the hospitality ‘Silvia and Paolo’s hospitality and kindness is not to be underestimated: breakfast, lunch and dinner are always ready for you and I  can assure you that thanks to Lisette and Nidia you will taste the good and healthy local cuisine.
Finally…..it’s hard to sum up this place in simple words. I went with no expectations and left with memories of people, animals and a country that will always be in my heart.
For anyone wishing to do some  veterinary volunteer work in Cape Verde, please do not hesitate to contact me for more information at diacopinivet@googlemail.com
Thank you
Daniela Iacopini

Annunci

0 Responses to “IL TRAMONTO A MINDELO”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: