Archive for the 'Uncategorized' Category

Un dipendente denuncia la situazione disumana nel canile di Praia

canile praia

“Macabro è il minimo che si possa dire per qualificare il modo in cui il municipio di Praia sta gestendo il problema del randagismo: con l’elettrocuzione e lasciando poi gli animali morti imputridire con gli altri, che intanto sono lasciati senza cibo e senza acqua per giorni, in attesa dell’esecuzione.” Un dipendente ha denunciato la situazione a un giornale nazionale. Finalmente qualcosa si muove. Che il Cielo ci aiuti a porre fine a queste atrocità al più presto. Noi faremo di tutto, come già stiamo facendo, per sostenere la battaglia dell’associazione locale, ma ci serve l’aiuto di tutti voi per mettere insieme i mezzi necessari. Articolo_A_Nação_sul canile di Praia e intervista a Silvia Punzo dopo la consegna al municipio di Sao Vicente dei risultati del secondo censimento.

Annunci

Tanti auguri da SIMABO!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Si Ma Bo vegan awareness day in Mindelo, Cape Verde

The Grumpy Sailor Kitchen

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

I have just got back to the ship, exhausted and absolutely covered in dog hair (and also a little dog urine) after a day spent helping out at Si Ma Bo in Mindelo, Sao Vicente, Cape Verde. The day started with me and Jeannie, my sous chef for the day, making 25 Mini Pizzas, a Carrot Cake, a Peanut Butter Brownie Pie and Black Bean Salsa to take for a vegan awareness lunch organised by the amazing Silvia Punzo who founded Si Ma Bo (which means ‘like you’ in creole) in 2008.

Over the last 3-4 years, which the very few resources they have they have managed to spay and neuter over 7000 dogs and cat. The animals picked up are given any medical treatment required, given the time and space to recover from surgerys before either attempting to re-home them with loving families, giving them a home at the…

View original post 897 altre parole

Viaggiatori solidali a Capo Verde scrivono

“Ciao Silvia,

il viaggio è stato molto bello da tutti i punti di vista.

La cosa che ci ha colpiti di più è la semplicità delle persone capoverdiane che si tramuta in cortesia autentica quando entri in contatto con loro. Questo soprattutto all’isola di S. Antao. Lì, abbiamo avuto modo di apprezzare il popolo capoverdiano, che, cosa che ci ha colpiti molto, è un popolo giovane. Mai visti tanti bambini come a Capoverde. Una bella speranza e prospettiva per il loro futuro!

partita calcio balilla a Ponta do Sol
Inoltre Santo Antao è meravigliosa dal punto di vista naturalistico e paesaggistico. Bellissime in particolare sono stati i villaggi di Paul e Cruzinha che, a nostro parere sono da fare, anche se un po’ pesanti se non si apprezza camminare.

Cova

All’isola di Mindelo invece, a parte il carnevale che è una follia e ti colpisce perché è veramente una festa popolare che non coinvolge soltanto chi è “in maschera” ma tutti, è il clima che si respira nella città a piacerti e che ti fa godere delle piccole cose, dalla passeggiata al semplice caffè.

carnevale Mindelo

Come da programma, all’isola di Sal ci siamo rilassati e abbiamo apprezzato le belle spiagge e il mare. Cosa da non sottovalutare l’ottima cucina, la cachupa è fantastica e il pesce, in tutte le sue varianti, è ottimo.
Nelle case dove abbiamo alloggiato siamo stati benissimo sia dal punto di vista logistico – fantastica Por de Sol Arte- sia dal punto di vista dell’accoglienza, infatti ci siamo trovati a meraviglia con tutte le persone!

Nonna e nipotino a Fontainhas

La cosa più bella di queste isole capoverdiane è comunque “l’andamento lento”, la filosofia di vita, il no stress che appena rientri in Italia ti fa già rimpiangere Capoverde.

Speriamo di tornarci al più presto.

Grazie ancora!
Monica e Giovanni “(turisti a Capoverde durante il carnevale 2014)

Auguri e grazie di cuore a tutti!

Buone feste e buon Natale a tutti gli amici dei cani e dei nostri gatti

Clicca adesso sull’immagine per donare direttamente via PayPal.com

SiMaBo! Un’esperienza unica! di Cristian Agosto

Luglio 2013, Mindelo

DSCN0233 (640x480)

Ogni giorno nascono a Sao Vicente moltissimi cuccioli di cani e gatti (tra i 20.000 e i 40.000 all’anno secondo le stime dell’Università di Torino, ndr). Molti nascono perché il proprietario vuole che il suo cane o gatto abbia l’esperienza di avere una cucciolata. Altri, invece, perché le femmine fertili vengono lasciate andare in giro liberamente. Qualsiasi sia la ragione, il numero di cani e gatti è molto maggiore rispetto alle famiglie disposte ad ospitarli; le soluzioni più comuni sono l’abbandono e l’annegamento dei cuccioli. Chi viene risparmiato deve affrontare fame, sete, malattie, incidenti stradali,  cadute dai terrazzi, torture, gravi parassitosi, ecc. Nonostante tutto gli animali liberi continuano a riprodursi, aumentando il fenomeno del randagismo. La prevenzione, attraverso la sterilizzazione, è l’unico modo per arginare nel tempo la sovrappopolazione. Non fa diventare gli animali grassi e pigri, non danneggia la loro salute, né cambia la loro personalità, come molti erroneamente pensano. La sterilizzazione delle femmine non solo riduce lo stress e il malessere a cui sono sottoposte durante il calore, ma elimina anche il rischio di cancro uterino e riduce di molto il rischio di cancro alle mammelle. La sterilizzazione rende i maschi meno litigiosi, cosi non correranno più il rischio di ferirsi nei combattimenti con altri maschi. Aiuta inoltre a prevenire il cancro ai testicoli.

DSCN0506 (480x640)

SiMaBo si dedica con passione e dedizione a questo compito, migliorando la qualità di vita degli animali e degli umani che se ne prendono cura.

Il mio volontariato per SiMaBo è durato 3 settimane, durante le quali ho cercato di dare il meglio di me, pensando come se ogni giorno fosse l’ultimo della mia missione.

Sono molti i bei ricordi che vorrei condividere con i lettori su questa esperienza positiva con SiMaBo, ma sono anche consapevole che andrebbe vissuta personalmente per comprendere al meglio le mie parole.

Tutto ha inizio all’aeroporto di Mindelo dedicato a Cesària Evora, la cantante capoverdiana più famosa al mondo.

Qui trovo ad aspettarmi, con in mano il  cartello SiMaBo l’infaticabile Ravì. Saliamo in macchina, si parte: direzione Mindelo!!! Accompagnati dalla musica “zouk” il tipico ritmo capoverdiano. Nei giorni seguenti mi renderò conto che Ravì è una figura molto importante per il funzionamento dell’Associazione!!

DSCN0529 (640x480)

Alloggerò a “La Terrazza” a 20 minuti a piedi dal rifugio. Con me ci sono tre simpatici cani: Max, Oi-Pret e Thomas, i custodi di casa. Tutte le mattine si affacciano per salutarmi mentre mi allontano per andare in associazione. Nell’appartamento al piano di sotto si trova il gattile di SiMaBo.

DSC01063 (640x480)

La prima mattina alla Terrazza viene a farmi visita Paolo (presidente di SiMaBo Onlus), persona allegra e brillante con il quale ci si trova subito in sintonia. Mentre mi preparo a uscire, si presta ad aiutarmi e con ironia e filosofia che lo contraddistinguono, spalanca le persiane e le finestre, dicendo: “Cos’è questo Buio?! Fai entrare la Luce nella tua Vita”. Pronti… si esce!!

Ci dirigiamo in Associazione dove incontro subito tutti, dai dottori Yvette e Guilherme, Nanda, donna decisa e energica, grande lavoratrice, Ivan e Elvin, i dog-sitter, Sonia la responsabile delle cartelle cliniche, Juana, Lucia e Christy responsabili della pulizia e della cucina. Tutti estremamente importanti per il progetto!! (con alcuni di loro lavorerò a stretto contatto).

DSCN0635 (640x480)

Immediatamente mi metto all’ opera; Paolo si accorge subito della mia capacità di organizzazione e autonomia, e della mia passione per gli animali, così, giorno per giorno entro anche io nel progetto, lo sento anche MIO!!

Durante i giorni seguenti, partecipo a molte attività, è un’avventura:

  • campagna di sterilizzazione a Pedra Rolada, un quartiere ad alta densità di cani randagi;
  • sterilizzazioni in associazione;
  • controlli e trattamenti post-operatori in varie zone di Mindelo;
  • emergenze;
  • attività in ufficio;
  • controllo degli animali ospitati in sede;
  • attività con i cani ospiti, passeggiate;
  • trattamento del tumore di Sticker (molto diffuso).

DSC00957 (640x480)

E’ impossibile annoiarsi !!! –

E’ stato assai gratificante, portare a turno al mare, insieme ai ragazzi (Elvin e Ivan) tutti i cani dell’Associazione. Un modo alternativo di fare la passeggiata, divertente sia per i ragazzi che per i cani.

Tutti conosciamo i benefici dell’acqua dal punto di vista fisico e mentale: diminuisce l’ansia e aumenta la consapevolezza del corpo.

DSC00899 (1) (640x480)

Il mitico Mingao ha provato anche i benefici dell’acqua dal punto di vista riabilitativo. Mingao è un giovane cane, allegro, pieno di energie e di gioia, con una malformazione congenita che non gli permette di muoversi correttamente. Il mio impegno con lui è stato a livello di attività assistita: l’ho portarto spesso in strada a camminare per aiutarlo a migliorare la coordinazione con l’esercizio attivo.

Mi è dispiaciuto molto “abbandonarlo” perché ogni giorno notavo dei piccoli miglioramenti, soprattutto dopo il nuoto. La sua gioia e la sua motivazione mi facevano ben sperare in un suo recupero, e tuttora ci credo (una corretta riabilitazione dura almeno 6 mesi). Mi auguro che futuri volontari con conoscenze in riabilitazione possano aiutarlo!!!

DSC01016 (640x480)

Sono tanti i racconti che vorrei condividere ma oltre a tutto questo, qui a Mindelo c’è un popolo, una cultura da conoscere e vivere … in tutti i sensi!!!

Cristian Agosto

“Tutto quello che siamo lo portiamo con noi nel viaggio. Portiamo con noi la casa della nostra anima, come fa una tartaruga con la sua corazza

Andrej Tarkowsky

Si Ma Bô… e poi?

30 giugno 2013: è la data ultima entro cui l’associazione dovrà lasciare l’attuale sede, ricavata negli spazi dell’ex-officina MOVEC, resa disponibile gratuitamente per tre anni dalla società di servizi informatici Fonseca & Santos, che sentitamente ringraziamo.
Cosa succederà dal 1° luglio in avanti è a tutt’oggi un’incognita.
Non sono serviti gli appelli all’amministrazione locale per la concessione di nuovi spazi gratuiti o a prezzi agevolati, non è stato sufficiente il riconoscimento delle attività di Si Ma Bô da parte dell’Unione Europea, non sono bastati nemmeno gli sforzi dei nostri donatori e sostenitori né le fatiche dei tanti, instancabili volontari che ci hanno supportato in quest’avventura.

Anni di fatica per debellare parassiti e virus, attrezzature sfruttate all’inverosimile, medicinali utilizzati fino all’ultima goccia, tutti gli sforzi fatti fino ad ora con l’unico obiettivo di salvare i nostri amici animali rischiano di essere gettati al vento.

Si Ma Bô visita i pazienti una settimana dopo le castrazioni per la somministrazione dell'antibiotico. Dal momento che i padroni non sono ancora sensibilizzati sul portare l'animale in sede, lo staff si reca in loco, anche nelle campagne, per somministrare la profilassi post operatoria.

Si Ma Bô visita i pazienti una settimana dopo le castrazioni per la somministrazione dell’antibiotico. Dal momento che i padroni non sono ancora sensibilizzati sul portare l’animale in sede, lo staff si reca in loco, anche nelle campagne, per somministrare la profilassi post operatoria.

Sì, questo è un appello. Una richiesta di aiuto a tutti coloro che amano i cani e i gatti, che pensano che si possa fare qualcosa di grande anche attraverso un piccolo gesto. Un richiamo a quelli che pensano che l’amore per gli animali possa migliorare anche il nostro mondo di esseri umani, a coloro che credono, come Si Ma Bô, nell’attività educativa rivolta ai bambini, i depositari del domani. Amare un animale, farlo star bene e in salute, è il primo passo per avere una società più civile, sana e consapevole e l’Africa, Capo Verde, Sao Vicente, ha bisogno di questo.

Una bambina porta il suo cane ai veterinari di Si Ma Bô per l'operazione di castrazione. Salute degli animali ed educazione dei più piccoli procedono di pari passo.

Una bambina porta il suo cane ai veterinari di Si Ma Bô per l’operazione di castrazione. Salute degli animali ed educazione dei più piccoli procedono di pari passo.

Se condividi anche tu i nostri sogni, aiutaci a trovare una nuova casa per i nostri cani e gatti!!!
Dona sul conto corrente IT23 S033 5901 6001 0000 0009 584 (SWIFT: BCITITMX500) intestato a SIMABO Onlus presso Banca Prossima – Milano.

Un bambino, il suo cane, l'altro che li osserva.  Obiettivo di Si Ma Bô è far crescere l'amore per gli animali, soprattutto tra le fasce della popolazione più giovani.

Un bambino, il suo cane, l’altro che li osserva.
Obiettivo di Si Ma Bô è far crescere l’amore per gli animali, soprattutto tra le fasce della popolazione più giovani.